02 Mar 2019

 Dott.ssa Donatella Lisciotto

Psicologia

1 commento

L’adolescente e i suoi genitori
Non vorrei parlare di adolescenza come farebbe un tecnico, piuttosto mi sforzerò di pensare ai limiti dell’adulto, quelli che lo allontanano dalla comprensione del meccanismo dell’adolescente, un meccanismo che si è archiviato una volta “cresciuti”, fino a dimenticarcene il linguaggio e le regole. Spesso, infatti, la difficoltà che si incontra con l’adolescente è data dal fatto che ci troviamo ad un altro livello, lontanissimi da lui, dalla visione che ha del mondo, dalle sue paure e dalle sue passioni e, per di più, imprigionati nel ruolo di educatori, non sappiamo ascoltarlo. Per non essere un problema per il ragazzo, l’adolescenza, innanzitutto, non dev’essere un problema per il genitore. La richiesta che proviene dai genitori di comprendere il figlio divenuto adolescente è, allora, l’esigenza di comprendere, piuttosto, le proprie difficoltà nel rapporto con lui. Vai all’articolo “L’adolescente e i suoi genitori”
09 Gen 2018

 Dott. Corrado Randazzo

Psicoanalisi

Nessun commento

Relazione col figlio – Davanti allo schermo
Relazione col figlio – Aspetti psicologici alla base dell’uso di smartphone e tablet delle nuove generazioni.
Di fronte ad ogni situazione nuova un individuo risponde prima cercando di definirla e poi di controllarla. Oggi questo lo si fa con un touch… Il fenomeno smartphone, con le sue “derivate” (tablet, internet, social, videogiochi) è diventato oggi così invasivo sia perchè favorisce l’illusione di definire e controllare tutto, sia perchè ci rimanda ad una condizione infantile di “dipendenza assoluta“. In entrambi i casi infatti ci troviamo nella illusoria condizione di essere onnipotenti. Vai all’articolo “Relazione col figlio – Davanti allo schermo”